Il Giardino dei Ciliegi
Soc.Coop.Soc.
Via per Milano 89/91
22070 Bregnano
Partita IVA:03134900137
sito creato con Wix.com
Vittoria Castiglioni
2017

Il giardino dei ciliegi

Soc.Coop.Soc.

Via per Milano 89/91
22070 Bregnano
Partita IVA:03134900137

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon

Titolo di studio per lavorare negli asili nido

D.LGS 65/2017

Per lavorare in un asilo nido, nelle varie figure lavorative, è necessario il possesso di titoli di studio idonei, che con il Decreto Legislativo 65 del 13 aprile 2017 sono stati definiti a livello nazionale facendo riferimento anche alle leggi della regione in cui si intende lavorare, sia per un Servizio educativo per l'Infanzia pubblico, sia privato. In questo articolo abbiamo raccolto i nuovi e i vecchi titoli di studio (validi in determinate condizioni) e altre considerazioni utili a chi intende lavorare in asilo nido, distinte in base alle leggi regionali da cui sono tratte, regione per regione.
 

Aggiornato il 16/05/2017 con il Decreto Legislativo 65 del 13 aprile 2017 n° 65“Istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera e), della legge 13 luglio 2015, n. 107. (17G00073)”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale GU n° 112 del 16-5-2017 - Supplemento Ordinario n° 23.
Aggiornato il 18/06/2012 con la Delibera di Giunta Regionale dell'Abruzzo n° 935 del 23/12/2011 “Disciplina sperimentale del sistema di accreditamento dei servizi educativi per la prima infanzia” (Allegato 1).
Aggiornato il 07/06/2013 con il Decreto Presidenziale Regione Siciliana 16 maggio 2013 “Nuovi standards strutturali ed organizzativi per i servizi di prima infanzia” (Allegato 1)
Aggiornato il 11/9/2013 con il nuovo Regolamento Attuativo n° 9/2013 della Regione Calabria.
Aggiornato il 30/6/2014 con il DPGR Toscana n° 33 del 20 giugno 2014 “Modifiche al Regolamento Attuativo emanato con decreto del Presidente della Giunta regionale 30 luglio 2013. n. 41/R”.
Aggiornato il 28/2/2015 con i titoli di studio previsti dalla procedura RIPAM di reclutamento di educatori del Comune di Napoli.
Aggiornato il 01/08/2015 con la nuova Delibera di Giunta Provinciale di Trento n. 1659, del 29 settembre 2014, “Articolo 8 della Legge provinciale 12 marzo 2002, n. 4. Ulteriore modificazione della deliberazione della Giunta provinciale n. 1891 del 1° agosto 2003 e ss.mm. per quanto riguarda l’accesso alle professioni di educatore nei nidi d’infanzia e nei servizi integrativi e di operatore educativo di nido familiare-servizio Tagesmutter”.
Aggiornato il 01/04/2015 con i requisiti previsti dalla Deliberazione della Giunta Regionale della Liguria  n° 222 del 06/03/2015 "Linee guida sugli standard strutturali, organizzativi e qualitativi dei servizi socioeducativi per la prima infanzia”, in attuazione dell'art. 30, comma 1, lett. D) della L.R.. 9 aprile 2009, n. 6", che abroga e sostituisce la deliberazione di Giunta Regionale del 12/05/2009, n. 588.
Aggiornato il 17/07/2015 con i futuri requisiti previsti per il Sistema Integrato 0-6 anni della Legge 107/2015.
Aggiornato il 18/08/2015 con i nuovi titoli di studio previsti dalla selezione pubblica per graduatoria educatori di asilo nido del Comune di Roma del 14/08/2015.
Aggiornato il 8/2/2016 con i nuovi titoli di studio previsti dalla Delibera di Giunta regionale della Campania n. 490 del 21/10/2015 pubblicata sul BURC Campania il 8/2/2016.

 

Il DLgs 65 del 13/04/2017 e i nuovi titoli di studio per lavorare al Nido come educatore

 

Il Decreto Legislativo del 13 aprile 2017, n° 65, istituisce il cosidetto “Sistema Integrato di educazione e istruzione dalla nascita ai sei anni” e quindi definisce anche i titoli per diventare educatore di Nido d’infanzia. Lo fa però istituendo di fatto un sistema “ibrido”, in quanto questi titoli sono definiti in due articoli di legge distinti, che coprono sia i “nuovi” titoli necessari, sia i titoli idonei a tale lavoro già conseguiti entro la data di entrata in vigore del Decreto (31/05/2017) e prima ammessi in base alle leggi regionali.
Vediamo in dettaglio.

 

DLgs 65/2017, art.4 comma 1 punto e: “qualifica universitaria per essere educatore al Nido”

 

Il DLgs 65/2017 norma nell’articolo 4, comma 1, punto e), e nel successivo articolo 14, comma 3, i titoli di studio idonei per essere educatrice di Nido d’infanzia e altri Servizi per l'Infanzia a partire dall’anno educativo 2019/2020, indicando esplicitamente:

  • Laurea in Scienze dell'educazione e della formazione (classe L19) con “indirizzo specifico per educatori dei servizi educativi per l'infanzia”

  • Laurea quinquennale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria, “integrata da un corso di specializzazione per complessivi 60 crediti formativi universitari, da svolgersi presso le università”. Nota: “il titolo di accesso alla professione di docente della scuola dell'infanzia resta disciplinato secondo la normativa vigente”, per la quale rimandiamo al sito del Ministero dell’Istruzione.                                                                              

DLgs 65/2017, art.14, comma 3: validità dei titoli conseguiti entro il 31/05/2017

 

Il Decreto Legislativo 65 del 13 aprile 2017 non è retroattivo, quindi all’articolo 14, comma 3, prevede che “continuano ad avere validità per l'accesso ai posti di educatore dei servizi per l’infanzia i titoli conseguiti nell’ambito delle specifiche normative regionali ove non corrispondenti a quelli di cui al periodo precedente, conseguiti entro la data di entrata in vigore del presente decreto”. La data di entrata in vigore del Decreto Legislativo 65/2017 è il 31 maggio 2017.

Chiaramente, chi consegue un diploma di studio o altro titolo nell’intervallo tra il 31/05/2017 e la data di avvio dell’anno scolastico 2019/2020, per accedere alla professione di educatore nei servizi per l’infanzia dovrà iscriversi ad una Università per conseguire una delle due lauree previste dal DLgs 65/2017 a partire da settembre 2019.

 

Lavorare in asilo nido – titoli e considerazioni sulle figure professionali

 

Chi intende lavorare in asilo nido, in particolare come educatrice o coordinatrice psicopedagogica, deve necessariamente possedere almeno un idoneo titolo di studio. Per le educatrici di Nido, come abbiamo visto nel paragrafo precedente, tale titolo è definito dal DLgs 65/2017 con un regime duplice, prima e dopo l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n.65 del 2017 (31 maggio 2017). È importante, per chi già ha un titolo di studio, verificare se esso è idoneo o no per essere educatrice di Nido d’infanzia, e per tale scopo può consultare l’elenco sotto proposto. È importante fare attenzione, in quanto alcuni titoli non sono ammessi in una regione, mentre possono esserlo nella confinante.
Per le altre professioni tipiche del Nido, il titolo necessario è (alla data di scrittura di questo articolo) definito ancora dalle leggi regionali della Regione in cui si intende lavorare.
Di seguito, quindi, indicheremo, oltre all’elenco dei titoli per poter accedere al lavoro in asilo nido nelle sue varie figure professionali (compresi quelli prima del 31 maggio 2017 per un educatore dei servizi per l’infanzia), anche una serie di considerazioni su cosa sarà concretamente richiesto in tali servizi in base alle leggi regionali stesse.

Questo articolo è dedicato sopratutto a chi intenda partecipare ai concorsi pubblici e alle selezioni per educatore di asilo nido o di coordinatore psicopedagogico, come ad esempio le graduatorie per assunzioni a tempo determinato (sostituzioni). L’importanza del titolo di studio richiesto per lavorare in asilo nido è comunque fondamentale anche per chi intende lavorare in ambito privato, in quanto le leggi regionali che regolano i servizi per l’infanzia si applicano a tutti i servizi per l’infanzia, sia pubblici, sia privati, con le proprie prescrizioni relative al tipo di servizio offerto (numero ed età dei bambini, periodo di apertura, ecc.). 

Nota importante: visti gli sviluppi dei requisiti di accesso al lavoro nei Nidi d'infanzia e nei servizi per l'infanzia definiti dalla Legge 107/2015, cosidetta "riforma della Buona Scuola", nel nuovo Sistema Integrato 0-6 anni, così come definiti dal Decreto Legislativo n.65 del 2017, i titoli di studio qui sotto indicati per la figura di Educatore dei Servizi per l’infanziasono validi solo se conseguiti entro il 31 maggio 2017 (data di entrata in vigore del Decreto).

 

Titoli di studio per lavorare negli asili nidi della regione Lombardia

I titoli di studio per lavorare in asilo nido, nella regione Lombardia, sono contenuti in varie leggi, e raccolti infine nella DGR n. 7/20588/05 “Definizione dei requisiti minimi strutturali ed organizzativi di autorizzazione al funzionamento dei servizi sociali per la prima infanzia”, e nella Circolare Regionale 45/2005.

 

Titoli di studio per lavorare come educatrice di asilo nido (se conseguiti prima del 31/05/2017)

In particolare, per le educatrici (definite “pperatori socioeducativi”) sono necessari i titoli di (D.G.R. 7-20588/2005, All. A; Circ. reg. 45/2005, cap. 6):

  • Diploma di maturità magistrale

  • Diploma di maturità di liceo socio-psico pedagogico

  • Diploma di abilitazione all'insegnamento nelle scuole di grado preparatorio o diploma di scuola magistrale (3 anni)

  • Diploma di dirigente di comunità

  • Diploma di tecnico dei servizi sociali e assistente di comunità infantile

  • Operatore servizi sociali

  • Diploma di assistente per l'infanzia

  • Puericultrice

Si osservi che molti di questi diplomi sono triennali.

La Circ. reg. 45/2005, cap. 6,  prevede inoltre che “può essere assunto anche personale laureato in scienze dell'educazione/formazione, psicologiche, sociologiche e di servizio sociale nonché l'educatore professionale.”

 

Titoli di studio per lavorare come ausiliaria di asilo nido

Il personale impegnato all’interno dei servizi (“addetti ai servizi”) è indicato dalla D.G.R. 7-20588/2005, All. A. Non abbiamo trovato indicazioni sulle sue mansioni.

In assenza di precise indicazioni sul titolo di studio per lavorare come ausiliaria negli asili nido, si presume che il riferimento siano i requisiti fissati dallo Stato per la determinazione dei profili professionali; quindi tale titolo è il diploma di scuola dell’obbligo.

 

Titoli di studio per lavorare come coordinatrice psicopedagogica di asilo nido

La coordinatrice psicopedagogica è prevista dalla D.G.R. 7-20588/2005, All. A (Coordinatore) e dalla Circ. reg. 45/2005, cap. 6, che prevede per tale figura un “Laureato in scienze dell'educazione/ formazione, psicologiche, sociologiche e di servizio sociale, o un operatore socio educativo in servizio con esperienza di almeno cinque anni.”

È esplicitato inoltre che il coordinatore psicopedagogico “può anche avere funzioni operative”, cioè può essere una educatrice di asilo nido (con almeno 5 anni di esperienza al nido o in una scuola dell’infanzia).

 

I nuovi titoli di studio previsti dalla riforma della Legge 107/2015 per il sistema integrato 0-6 anni e definiti dal DLgs 65/2017

 

Il 13 luglio 2015 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge 107/2015 , cosidetta “riforma della Buona Scuola”, che tra le varie azioni riforma anche gli asili nido e i servizi per l’infanzia, in particolare tramite la definizione del “sistema integrato 0-6 anni” (legge 107/2015, art. 181, comma e), e una serie di cambiamenti relativi alla figura dell’educatore di nido d’infanzia e del coordinatore pedagogico dei servizi per l’infanzia. Di notevole interesse era la previsione che per lavorare come educatore di asilo nido fosse necessaria la “qualifica universitaria”.
La legge 107/2015, in riferimento agli asili nido, era in realtà una legge delega, con cui il Governo si impegnava a definire, con appositi Decreti Attuativi, i vari punti elencati (compreso quindi l’obbligatorietà della laurea per essere educatore di nido d’infanzia). Ecco quindi che il Governo ha emanato, in data 13 aprile 2017, il Decreto Legislativo n° 65 “Istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera e), della legge 13 luglio 2015, n. 107. (17G00073)”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale GU n° 112 del 16-5-2017 - Supplemento Ordinario n° 23, entrante in vigore in data 31 maggio 2017.
Come abbiamo illustrato sopra, il DLgs 65/’17 crea un duplice elenco di titoli di studio necessari per la professione di educatore nei Servizi per l’infanzia, distinti in base alla data di conseguimento: prima del 31/05/2017 sono validi e continuano ad aver valore i titoli già previsti nelle leggi regionali esistenti a quella data; dopo, sono necessarie due lauree specifiche.